LA SALUTE DELLA POPOLAZIONE A ROMA E NEL LAZIO 2010-2012

Ospedalizzazione

Guida alla lettura

Dalla sezione "RISULTATI: OSPEDALIZZAZIONE" è possibile selezionare da un elenco predefinito la patologia (vedi tabella) e il genere.


Le TABELLE riportano i seguenti indicatori: numero di ricoveri osservati nel 2012, tasso grezzo di ospedalizzazione per 1.000 assistiti residenti, tasso standardizzato per età per 1.000 assistiti residenti (riferimento: popolazione della Regione Lazio, vedi “Note metodologiche”) e limiti di confidenza al 95% (IC 95%), il Rischio Relativo (RR, calcolato come rapporto tra il tasso dell'area di interesse ed il tasso regionale, vedi “Note metodologiche”) e i limiti di confidenza del RR al 95%. Le TABELLE contengono i dati relativi alla Regione nel suo insieme, al Comune e alla Provincia di Roma, alle ASL del Lazio. Inoltre possono essere visualizzati i dati per i diversi livelli territoriali considerati nell’analisi (Municipi di Roma e Distretti) selezionando l’area di interesse (Comune e Provincia di Roma, ASL).


Le MAPPE indicano la distribuzione in quintili del tasso standardizzato di ospedalizzazione per 1.000 assistiti residenti nei distretti della Regione Lazio con un gradiente di colore di intensità crescente passando dal 1° al 5° quintile.
Selezionando il territorio del comune di Roma è possibile visualizzare la mappa con la distribuzione dei tassi standardizzati di ospedalizzazione per Municipio.


I GRAFICI riportano i Rischi Relativi di ospedalizzazione per distretto (nel comune di Roma, i Municipi) assumendo il Rischio Relativo della Regione Lazio come riferimento (RR=1).
Selezionando “Ordina per Rischio Relativo” è possibile visualizzare il grafico ordinato per valori crescenti del RR.


Per ciascuna condizione, i risultati delle ospedalizzazioni si riferiscono ai ricoveri in regime ordinario per acuti e sono presentati separatamente per "ricoveri" e per "pazienti ricoverati".


LA SALUTE DELLA POPOLAZIONE A ROMA E NEL LAZIO 2006-2009